Pubblicato il

Completino per Davide

Si chiama così il mio nuovo nipotino, nato la settimana scorsa. Per lui che andrà in montagna al fresco nel mese di agosto, ho preparato questo golfino abbinato ad un berrettino, con lo stesso cotone usato per la copertina. Per il cardigan ho aggiunto un cotone colore ecru che avevo già in casa, ed è lavorato con la tecnica dei ferri accorciati (wrap and turn). Se non la conoscete cliccate sul link per un video esplicativo.

Sia il modello del cardigan che del berrettino li trovate nel sito di Barbara Ajroldi (cliccate sul nome per arrivare al sito).

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Ritorno a scuola

L’estate volge al termine e la riapertura delle scuole si avvicina a grandi passi. Pensiamo ai nostri bambini allora, e prepariamo per loro un golfino nuovo da sfoggiare il primo giorno di scuola, per affrontare al meglio l’inizio di una nuova avventura.

Questi due modelli sono per principianti, facili facili quindi, e si realizzano facilmente. Sono di Phildar, dove trovate anche altri modelli gratuiti di varie difficoltà.

Questo per la bimba è un poncho, dato per le taglie dai 2 ai 14 anni, lavorato a grana di riso e a righe alternate. Nel pdf allegato trovate anche lo schema delle misure:

poncho

 

Quello per il maschetto invece è un pull a righe, anche questo nelle taglie dai 2 ai 14 anni, lavorato a coste 2/2 per i bordi e maglia rasata per il resto. Anche se non comprendete bene il francese, con lo schema disegnato e i centimetri dovreste riuscire a realizzarlo facilmente. Qui trovate il pdf con le istruzioni.

Noe

 

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Cappellini per l’estate

full_2213_97485_SunBrimHat_1Arriva la bella stagione e i bambini adorano restare fuori a giocare, in giardino, al parco giochi, sui prati. Pensiamo a proteggere il loro capo con dei graziosi berretti realizzati in cotone, magari giallo sole come questo ma impreziosito da un cordoncino in colore contrastante. La sua forma ricorda vagamente i cappelli degli esploratori del Sahara.

Oppure delizioso come questa coppolina azzurra, con il bordo a pizzo, in azzurro cielo e giallo paglierino.

full_3836_21598_SwirlingSunHat_3

 

Per un maschietto invece questo berretto di ispirazione marinara, magari abbinato alla tutina estiva:

full_6043_135604_Dungareespoloshirtandsunhatset_4

Ma se la nostra “lei” vuole essere davvero vezzosa, niente di meglio di questo berretto con fiocco lilla, la farete sicuramente felice.

full_3739_94365_ColorblockHatinfantadult_1

E che dire di questo grande fiocco giallo? Non è chic?

full_1813_135748_SunhatSolei_1

 

Tutti i modelli li trovate, a pagamento, sul sito Craftsy

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Voglia di…primavera

Confesso che adoro i neonati e i bimbi piccolissimi. Ho grande nostalgia di quando avevo i miei bambini piccoli, e non è che non ricordi le fatiche, le notti insonni, i pianti, senza parlare delle gravidanze… ma comunque ogni volta che vedo un bébé vorrei stringermelo al cuore e coccolarlo.

Non vedo l’ora di avere un nuovo nipotino da coccolare e vestire, e se poi fosse una femmina sarei al settimo cielo. Io che adoro le righe, e lo sapete, potrei vestirlo con questo delizioso golfino marinaro con la barchetta ricamata, o con questa deliziosa vestina bianca con il solo carré a righe e l’abbottonatura sul davanti per facilitare la vestizione:

Schermata 2016-03-28 alle 19.10.15

Oppure potrei realizzare per lei/lui questa graziosa tutina, dove il severo grigio viene ingentilito dai tenui colori alternati. Anche qui l’abbotonatura è sul davanti, e volendo la si può facilmente trasformare in una vestina invece che in una tutina chiusa in mezzo alle gambe:

Schermata 2016-03-28 alle 19.12.10

E se la prossima nascita sarà davvero una bambina, sarei disposta anche a tirare fuori dal cassetto l’odiato uncinetto, e realizzare questa splendida vestina bianca, adatta anche ad un battesimo:

Schermata 2016-03-28 alle 19.12.59

Sono tutti modelli trovati sul sito di Phildar (seguite questo link cliccando qui sopra) ma per avere le istruzioni (in francese) dovete acquistare o il modello completo di filati o il catalogo segnato nella pagina relativa. Quindi per favore NON chiedetemi le istruzioni perché non le ho.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Evoluzione di un golfino

Mi piacciono le righe, è risaputo e si evince anche dai miei lavori pubblicati. Mi piacciono a prescindere, ma talvolta sono utili per utilizzare resti di lane, o quando la lana a disposizione non è sufficiente. Avevo in casa un gomitolo abbondante di una bella lana blu per calze, pura lana vergine, con la quale avevo già realizzato un golfino per il mio nipotino quando era più piccolo. Ora è cresciuto, e un gomitolo e mezzo non basta di sicuro. Così ho acquistato un gomitolo di lana merino azzurro cielo, che si abbinasse all’altro blu, e che la rendeva sufficiente per una taglia 2 anni.

aviatore

Mi era sempre piaciuto questo modello di Barbara Ajroldi, “marinara” per la sua eleganza e semplicità. Ho preso spunto da quello, ma l’ho un po’ modificato avendo più filato blu scuro rispetto a quello azzurro, e l’ho fatto con le maniche lunghe. Quello di Barbara è in cotone, quindi va bene con la mezza manica. Interessante l’apertura sulla spalla con il bordo in tinta unita ma realizzato insieme al resto, realizzandolo ho imparato qualcosa di nuovo. E c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare, se si ha voglia di sperimentare!

 

avio-aperto

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Berretto double face

Ho realizzato questo berretto per il nipotino di una mia cugina, su richiesta. Ha scelto lei anche i colori, blue navy e azzurro per l’interno. La sua particolarità è che è doppio, ma lavorato in un pezzo solo. Si inizia dall’alto con sole 9 maglie, aumentando regolarmente, si prosegue fino alla lunghezza desiderata secondo la grandezza del destinatario (baby, donna, uomo ecc.) e a quel punto si inserisce il secondo colore. Dopo aver fatto una riga a rovescio, che aiuta a piegare sul cambio di colore e dà la visibilità di quest’ultimo, si prosegue sempre a maglia rasata per iniziare poi le diminuzioni arrivando nuovamente a sole 9 maglie. A quel punto si inserisce il secondo colore all’interno del primo, si fissano i fili e il gioco è fatto.

Il berretto risulta così molto caldo e comodo da indossare, adatto in particolare ai più piccolini. Il modello è di Purl Soho e qui trovate le istruzioni originali in inglese.

 

 

E dopo il primo in blu e azzurro ne ho fatto un secondo in arancione e giallo, per Tobia che ha la giacca verde scuro.

double-arancio

 

 

 

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

stile français

pomodoro

 

E’ quello di LilliCommeTout, una delle mie designer francesi preferite. In particolare questo modello mi ha incuriosito per la costruzione delle raglan diverse dal solito. In effetti si lavora partendo dal basso e in un pezzo solo, in tondo quindi, lasciando in sospeso le maglie all’altezza degli scalfi. Si lavorano poi le due maniche separatamente, sempre in tondo (con il magic loop o con il gioco di ferri) e arrivate nuovamente agli scalfi si uniscono al corpo. Da lì si iniziano le diminuzioni.

Il pattern è solo in francese, per quelle di voi che capiscono questa lingua, ma sono ben chiare e spiegano tutto passo passo, con anche dei consigli per i vari passaggi.

Ovviamente il modello rende di più se realizzato in due colori, come qui e nell’originale. In tinta unita perderebbe stile risultando banale.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Scarpine per neonato

Originali queste scarpine per neonato, realizzate senza cucitura alcuna. Un particolare interessante per la pelle delicata di un bebe. L’originale è di Regina Willer, Strickhasi48 la sua pagina web su Raverly. Barbara Ajroldi ha tradotto in italiano il modello, che potete scaricare qui.

Della stessa autrice queste deliziose “ballerine” per una bimba appena nata:

Non sono deliziose? Di queste purtroppo non c’è ancora la traduzione in italiano, ma solo inglese e l’originale in tedesco. Ma le più esperte sapranno realizzarle comunque, ne sono sicura.

I pattern li potete scaricare qui: inglese – tedesco

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Un poncho con gli avanzi

Tempo fa non avendo progetti in corso, mi ero messa a lavorare ad una coperta. Più che altro volevo sperimentare modi diversi di lavorare, con i quadrati che si riprendono uno attaccato all’altro. Avevo in casa della lana acrilica acquistata ad una svendita, e così ho iniziato. Però dopo un po’ mi sono stancata, di coperte e plaid ne ho parecchie e non le uso tanto, anche per via dei gatti che le usano come ricettacolo dei loro peli. Così quell’inizio di coperta a quadri giaceva triste e sola nell’armadio.

poncho2

 

Lavorando a questo progetto di beneficenza per il Nepal, un’amica mi ha suggerito di trasformare quel pezzetto di coperta…in un poncho. Ho realizzato quindi un secondo rettangolo con li stessi colori ma lavorato a righe, tutto a legaccio. Infine ho cucito i due pezzi dando la forma di un poncho.

poncho

 

L’insieme non è male, e alla fine a qualche bambino, o bambina, potrà servire come calda copertura.

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Un giacchino particolare


15-1 E’ questo modello di Drops Design che presenta una costruzione molto particolare. E’ realizzato in due pezzi, che vengono poi uniti sul dorso.

Si parte però dal polso di una manica, aggiungendo in seguito un certo numero di maglie per il dorso (metà) e nel contempo degli aumenti dall’altro lato per la metà del davanti.

download

 

 

 

 

 

 

 

 

Si forma poi la sagomatura per lo scollo, lasciando le maglie del dorso in sospeso e continuando  solo sul davanti.

download (1)

 

 

 

 

 

 

In seguito si realizza l’altro lato specularmente, ricordandosi di inserire gli occhielli su uno dei due lati. Infine si cuciono le due parti sul dorso, il sotto manica e sui fianchi.

 

download (2)

 

 

 

 

 

 

 

 

Lavorato tutto a legaccio ha il vantaggio di poter essere indossato da entrambi i lati, e quindi facilmente adattato a maschietti o femminucce.

Qui trovate le istruzioni dettagliate di Dropsdesign.

 

finito

 

 

Condividi se ti piace