Pubblicato il

Golf con cappuccio e nappine

Alcuni anni fa ho realizzato questo golfino per la mia nipotina. Si tratta di un modello con capuccio e tasca sul davanti, frange al bordo, e una lavorazione a trecce sulle maniche.

Io l’ho realizzato con una lana azzurra-lilla, nella taglia 98 (3 anni circa), nel modello trovate anche la tagllia 110. Naturalmente è un modello da lavorare in modo tradizionale, il dorso, il davanti sul quale si lavora la tasca, le maniche con le trecce – o una sola come ho fatto io – e poi cucire i vari pezzi. Alla fine si realizza il cappuccio che viene in seguito cucitu anche lui allo scollo del golf. E’ un lavoro un po’ laborioso, ma non impossibile, richiede solo un po’ di pazienza nel seguire le istruzioni.

Alla fine del vostro capolavoro potete, come qui, attaccare delle nappine, delle piccole frange al bordo. Io ho fatto in questo modo: ritagliano un certo numero di fili di lana della stessa misura, poniamo 6 per nappina, poi li ho piegati a metà e infilati nelle maglie del bordo con l’uncinetto, formando una sorta di cappio. Se voi avete altre idee, sarebbe carino condividerle nei commenti!

Se volete scaricare il modello, cliccate qui: Golf-nappine

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Completino per Davide

Si chiama così il mio nuovo nipotino, nato la settimana scorsa. Per lui che andrà in montagna al fresco nel mese di agosto, ho preparato questo golfino abbinato ad un berrettino, con lo stesso cotone usato per la copertina. Per il cardigan ho aggiunto un cotone colore ecru che avevo già in casa, ed è lavorato con la tecnica dei ferri accorciati (wrap and turn). Se non la conoscete cliccate sul link per un video esplicativo.

Sia il modello del cardigan che del berrettino li trovate nel sito di Barbara Ajroldi (cliccate sul nome per arrivare al sito).

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Bambolina in rosso

schermata-2017-01-08-alle-12-04-43

bambolina

Chi lo dice che un bébé non può essere elegante? se è una femmina regaliamole questa deliziosa vestina rossa con babbucce abbinate.

Come spesso sono i modelli di Phildar, anche questo è realizzato eseguendo dei rettangoli, che poi vanno uniti per formare il vestito.
Ferri suggeriti no. 3,5 – taglie per 3 – 6 – 12/18 mesi.

Realizzazione vestito: (taglia 3 mesi)

Dietro, montare 53 m. con il rosa scuro e lavorare a maglia rasata per 23 cm., quindi chiudere tutte le maglie.
Davanti: montare 92 m. con lo stesso colore e lavorare sempre a maglia rasata per 23 cm., quindi chiudere.
Spalle, con il colore rosa chiaro montare 29 m. e lavorare a m. rasata per 18 cm., quindi chiudere. Lavorare un secondo pezzo uguale al primo.

Assemblaggio: passare un filo nel lato più lungo del davanti e formare un’arricchiatura, ottenendo la stessa larghezza del dietro, cioè 23 cm. Cucire quindi i due lati della gonna ottenuta. Piegare i due pezzi delle spalle e cucirli sul davanti e sul dietro in modo da formare la maniche. Cucire insieme i primi 2 cm. sul davanti e applicarci in seguito il fiocco.
Per realizzare il fiocco, montare 13 m. e lavorare a m. rasata per 4 cm. Al ferro seguente chiudere tutte le maglie, e arrotolare un po’ di filo in mezzo formando il nodo. Realizzare un fiocco con il rosa scuro per il davanti del vestito, e due in rosa chiara per le babbucce.

Qui trovate le spiegazioni e gli schemi esplicativi del modello.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Negozio

I miei nipotini crescono, e non vogliono più i capi fatti dalla nonna (o quasi più…). Ogni tanto regalo qualcosa a me stessa, ma ormai l’armadio è pieno. Fare tanto per fare… non mi piace. Così ho deciso di realizzare qualcosa…per voi. Nel senso che alcuni capi che realizzo li metto in vendita qui sul sito, nella sezione Shop.
Ovviamente saranno capi semplici per via della taglia, quindi sciarpe, scialli, stole, berretti ecc. Come pure qualche capo per le bambole o la Barbie, che quelle hanno misure standard, oppure per la casa.

Se vi va quindi date un’occhiata, cercherò di aggiornarlo il più possibile per avere un’ampia scelta di capi. Che sono realizzati tutti a mano da me con cura e attenzione, con filati di qualità (pura lana, cotone, lino ecc.).

Accetto pagamenti solo tramite Paypal, così che anche voi siate sicure nella transazione. Cllicate sul carrello per andare nella pagina shop.

carrello

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Asimmetrie

Tempo fa mi sono innamorata di questo modello di Cecilia Fiori, su Raverly ceciknits;  

Ho quindi acquistato il pattern e messo in archivio, in attesa che giungesse il momento per realizzarlo.

asimmetrie

Mi incuriosiva la sua fattura così diversa dal solito, non è un top-down, non è un normale bottom-up, è un po’ entrambe le cose. Si lavora partendo dal collo, ma in due parti, dietro, manica e un pezzetto di davanti – davanti, manica e un pezzetto di dietro. In seguito si uniscono i due pezzi tramite l’inserto lavorato in verticale, e si rifinisce il tutto con il giro dello scollo, asimmetrico anche questo.

scollo

inserto

Un lavoro divertente, impegnativo per i ferri accorciati e gli aumenti non regolari, e molto interessante per la sua costruzione.

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Un poncho per neonati

Pinterest è una fonte inesauribile di idee e ispirazioni. Cercando “maglia per bambini” ho trovato queste immagini, che non so da quale sito siano state originate. Sono dei facilissimi ponci per neonati, ma facilmente adattabili anche a misure più grandi aumentando il numero di maglie, realizzati con due semplici strisce a maglia rasata con i bordi a legaccio, unite a formare un poncio.

ponchoplain_stack_475

Abbelliti anche questi con due pompon, terranno al caldo le spalle e il pancino dei piccolissimi. Si possono realizzare con vari filati, in lana, lana e cotone, o solo cotone per l’estate.

Qui una versione bicolor, a righe, che ovviamente io adoro… Penso che ne farò subito un paio da tenere pronti per le prossime nascite di parenti e amici.

ponchostripe_stack_475

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Girocollo multicolor

Con questa bella lana multicolor ho realizzato per me un girocollo come piacciono a me, corti ma belli aderenti. Giro per la città con la bicicletta, e in inverno ho bisogno di essere bella calda per riuscirci. In particolare piedi, mani e testa in generale hanno bisogno di essere ben protetti. Un girocollo aderente mi protegge la gola evitando infreddature e mal di gola sempre in agguato.

scaldacollo

Ho preso il punto da un berretto che ho realizzato l’estate scorsa per i terremotati del Nepal, ma non so come si chiama. Ho trovato il modello del berretto su Raverly, e c’è anche la versione in italiano. Il punto è molto semplice, si inizia con un bordo a coste 2/2 poi si prosegue a diritto in questo modo: 2 dr., 1 gettato, 4 diritti, 2 dir. insieme. In questo modo ci crea quell’effetto di righe in diagonale, e sembra quasi che si continui con diritto e rovescio anche se in realtà a tutto a diritto. Anche la parte interna è graziosa, fa un un bell’effetto sopratutto se lavorata con un filato variegato come questo.

interno

particolare

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Evoluzione di un golfino

Mi piacciono le righe, è risaputo e si evince anche dai miei lavori pubblicati. Mi piacciono a prescindere, ma talvolta sono utili per utilizzare resti di lane, o quando la lana a disposizione non è sufficiente. Avevo in casa un gomitolo abbondante di una bella lana blu per calze, pura lana vergine, con la quale avevo già realizzato un golfino per il mio nipotino quando era più piccolo. Ora è cresciuto, e un gomitolo e mezzo non basta di sicuro. Così ho acquistato un gomitolo di lana merino azzurro cielo, che si abbinasse all’altro blu, e che la rendeva sufficiente per una taglia 2 anni.

aviatore

Mi era sempre piaciuto questo modello di Barbara Ajroldi, “marinara” per la sua eleganza e semplicità. Ho preso spunto da quello, ma l’ho un po’ modificato avendo più filato blu scuro rispetto a quello azzurro, e l’ho fatto con le maniche lunghe. Quello di Barbara è in cotone, quindi va bene con la mezza manica. Interessante l’apertura sulla spalla con il bordo in tinta unita ma realizzato insieme al resto, realizzandolo ho imparato qualcosa di nuovo. E c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare, se si ha voglia di sperimentare!

 

avio-aperto

Condividi se ti piace
Pubblicato il

stile français

pomodoro

 

E’ quello di LilliCommeTout, una delle mie designer francesi preferite. In particolare questo modello mi ha incuriosito per la costruzione delle raglan diverse dal solito. In effetti si lavora partendo dal basso e in un pezzo solo, in tondo quindi, lasciando in sospeso le maglie all’altezza degli scalfi. Si lavorano poi le due maniche separatamente, sempre in tondo (con il magic loop o con il gioco di ferri) e arrivate nuovamente agli scalfi si uniscono al corpo. Da lì si iniziano le diminuzioni.

Il pattern è solo in francese, per quelle di voi che capiscono questa lingua, ma sono ben chiare e spiegano tutto passo passo, con anche dei consigli per i vari passaggi.

Ovviamente il modello rende di più se realizzato in due colori, come qui e nell’originale. In tinta unita perderebbe stile risultando banale.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Un bolero veramente semplice

coprispalle

E’ questo di DROPS design, tutto a legaccio lavorato in un pezzo solo. Si inizia dal dorso aggiungendo poi le maglie per le maniche e si finisce con i due davanti. Completa il tutto un bordino all’uncinetto, che io ho volutamente lasciato semplice, anche se l’originale lo prevedeva più elaborato. La mia nipotina è una tipetta sportiva e per niente romantica, non la vedo con capi “frou-frou” e tutto fronzoli. Credo che una rifinitura semplice come questa sia più che sufficiente.

Ho usato lana alpaca sempre di Drops, messa doppia e lavorata con ferri no. 4,5. La taglia della foto è per 6/7 anni, ma arriva fino ai 14 anni. Purtroppo il modello non esiste in italiano, ma in molte altre lingue così che potete trovare sicuramente quella comprensibile per voi. Questo è il link.

Condividi se ti piace