Pubblicato il

Uno scialle facile

 

In compagnia di Momo, la mia gattina, sto lavorando a questo nuovo scialle. Con resti di cotone Drops che avevo acquistato per la copertina di Davide, morbido e piacevole da lavorare, un modello semplice e facile. Si inizia con 5 m. aumentando subito al primo ferro con dei gettati. In seguito si lavora alternando ferri a legaccio ad altri a maglia rasata, con un ferro intermedio lavorato a buchini. Gli aumento sono 4 per ogni ferro sul diritto, a inizio e fine ferro e due al centro, separati da una maglia a m. rasata. Facile, no? Ad ogni modo trovare le spiegazioni dettagliate qua sulla pagina Raverly dell’autrice Laura Linneman. (cliccate sul link, non mi chiedete poi dove trovare il modello!)

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Bottoni che passione!

Le persone si dividono in due categorie (ma anche di più, a seconda del caso): quelle che tengono e quelle che buttano. Io credo di essere un po’ nel mezzo, in genere tengo, salvo poi ogni tanto mettermi a riordinare e buttare. Così mi ritrovo con scatole piene di bottoni scompagnati, di varie misure e colori, e non so mai cosa farne. Quando me ne servono cinque, potete essere sicure che ne ho solo quattro, quando li vorrei blu me li ritrovo di tutti i colori dell’arcobaleno meno che blu.
Allora mi invento modi per utilizzare tutti questi allegri e colorati bottoni, ma non sempre mi riescono soluzioni carine e piacevoli. Questa trovata su Pinterest però mi sembra una di quelle carine, per abbellire un golf con fantasia. Questi sono bottoni finti, in feltro, ma niente ci vieta di metterci dei bottoni veri.

bottoni

 

E voi, avete qualche idea da condividere? Scrivetemi e se avete delle foto mandatemele che le pubblicherò.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Dei berrettini diversi dal solito

Olaf_-_02wm_medium2

 

E’ di Marta Johnson, in arte FiddlestyxStudios, una designer americana questo delizioso berretto arricchito dai pupazzi di neve. A quanto dice nel suo sito web, Martha vive a Cape Cod, nei Maine, e prende ispirazione per i suoi progetti dalla natura che la circonda: l’oceano, i boschi, i fiori e gli alberi, e i numerosi turisti che frequentano la zona nella bella stagione le ispirano altre idee.
I suoi pattern si possono acquistare su Ravelry, nella sua pagina di vendita a pagamento. Andate a farci un giro, ne vale la pena!

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Colori inaspettati

Tante volte nel web si può trovare ispirazione solamente su diversi abbinamenti di colori, o idee di decorazioni inaspettate. Non serve avere un tutorial per realizzare una sciarpa tutta a legaccio, ma ecco con l’idea di aggiungere dei pom pom come fossero ciliegie la rende subito particolare:

Fairy

 

Oppure realizzare un bordo in marrone su una sciarpa e un berretto per il resto tutto sui toni dell’azzurro, a dirla così può sembrare strano, ma guardate che bell’effetto:

p040_IMG_2328

 

Poi con lo stesso marrone invertendo magari i colori si può fare un maglioncino da abbinare al tutto, no?
Anche l’insieme di colori di questa sciarpa è molto gradevole, e non sempre ci si pensa ad abbinare il turchese al verde e al marrone; ma basta trovare la tonalità giusta e voilà:

Figgy Dowdy Hat and Scarf

 

Deliziosi poi i colori di questo cardigan, nei toni delicati del grigio, rosa, bianco e verde chiaro, ma con un tocco di colore nel fucsia e del blu-viola:

Charlotte 1(1)

 

E voi? Che abbinamenti amate fare? Osate mescolare o siete piuttosto per la tinta unita?

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Un’ idea per una copertina

Girellando per il web si trovano spesso idee interessanti. Come questa coperta per lettino, fatta ai ferri in lana e poi foderata di stoffa in tinta. E’ tratta dal catalogo Phildar “Cadeaux de naissance – 50 modèles à tricoter” nella collezione Marie-Claire, io l’ho trovato in vendita su Amazon.com

Ad ogni modo mi sembra piuttosto semplice da realizzare anche senza il modello. Lavorata con lana e ferri grossi, forse del 6, a maglia rasata e legaccio alternati per creare dei quadrati. Le misure sono quelle di un lettino, solitamente 70 x 100. Sul rovescio si impreziosisce poi con una stoffa in tinta, a fiori, a righe, a quadri, come la fantasia e il proprio buon gusto suggerisce.

Ma c’è anche chi l’ha preferita realizzare solamente in maglia, senza fodera, scegliendo il tutto bianco come colore, impreziosito solamente da un filetto colorato sui bordi. Molto bella e fine anche questa scelta. Qui l’autrice dice di aver montato 120 maglie e ripetuto il motivo tre volte; ferri del 4,5 e lana Cascade 220 − 200 grammi.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Ultimi lavori

Non sapendo ancora se sarà maschietto o femminuccia, mi tengo sul generico. Quindi cotone grigio perla per il giacchino kimono, con i bordi rosso-viola di un gomitolo multicolor.  Per finire il cotone le babbucce con il bordino in blu.
Con lo stesso cotone colorato ho poi realizzato il folletto, o pupazzo, non so come chiamarlo… devo ancora decidere se ricamargli il viso o lasciarlo neutro. Non mi dispiace nemmeno così, con la sua testina bianca….
E’ realizzato come un top-down, ma con i ferri a doppia punta perché con i circolari non si riesce, troppo piccolo alla fine. Si inizia dalla testa, il berretto è realizzato in seguito e poi cucito. Mi sono divertita molto a farlo! 🙂

Con il resto di questo cotone colorato sto ora facendo altre babbucce, quelle con i laccetti incrociati, mi piacciono troppo. Poi vedrò… quello che la fantasia mi ispirerà sul momento. Anche se ormai è ora di tirar fuori la lana e pensare alle cose serie, come copertina e corredino, coprifasce e tutine.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

E l’Arte diventò una borsa

Una tracolla per l’estate, leggera e svelta, colorata da abbinarsi ai vestiti leggeri di lino e cotone. Lavorata con punti fantasia, così come mi ispirava il momento, e con vari resti di cotone. La tracolla è fatta all’uncinetto e poi applicata, come il bottone decorativo per la chiusura.

borsa1

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Per le più brave

Decisamente un bel lavoro questa vestina, che inizia con lavorazione top-down a coste 1/1 per proseguire poi sulla gonna con un motivo di trafori, probabilmente con i circolari. Il patterns è in vendita su Raverly, e credo valga veramente la pena pagarlo! Quando si vede che c’è fantasia, creatività, uniti alla capacità di lavorare e ideare nuovi modelli, è giusto premiare il lavoro.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Abitino a righe

Ultimo lavoro, un abitino in lana a righe beige e viola. Già misura 4 anni, così Chiara lo potrà godere il prossimo inverno. Eseguito con il metodo tradizionale, davanti-dietro-maniche e poi cucite le varie parti.

IMG_0116

Per 4 anni si montano 80 maglie con ferri 4,5 / 5 a seconda del filato. Si fa un bordo a coste di 2 cm. circa, poi si prosegue a maglia rasata. Sul dietro si distribuiscono 10 diminuzioni (5 per lato) fino agli scalfi, mentre per il davanti si diminuisce solo 4 volte, in modo che resti più ampio.
A cm. 35 circa dalle coste, si inizia il raglan, fermandosi per il dietro quando si hanno 22 maglie centrali. Per il davanti giunti a 43 cm. dalle coste, si chiudono le 18 maglie centrali e continuando i due lati separatamente.
Io ho poi lasciato le maglie in sospeso per riprenderle in seguito per formare il bordo dello scollo.

Per le maniche, si montano 50 maglie e si fa un bordo a coste di circa 3 cm. Si prosegue a maglia rasata iniziando subito le diminuzioni a raglan. A 12 cm. dalle coste, continuare chiudendo a destra 3 v. 5 maglie + 1 v. 2 maglie. Dal lato sinistro chiudere 3 v. 1 maglia. Lavorare la manica sinistra al contrario.

Quando si cuciono le varie parti, fare attenzione che il lato più piccolo della manica corrisponde al davanti dell’abito.
Alla fine riprendere le maglie delle spalle recuperando quelle dello scollo davanti e dietro lasciate in sospeso, e fare un bordo sempre a coste, altezza come vi aggrada.

IMG_0117 IMG_0118

 

La fantasia sceglietela voi, anche tutto in tinta unita è bello. A me piaceva questo insieme di due colori, che nella foto non rende bene, e il gioco di righe larghe disuguali.

Condividi se ti piace