Pubblicato il

Golf con cappuccio e nappine

Alcuni anni fa ho realizzato questo golfino per la mia nipotina. Si tratta di un modello con capuccio e tasca sul davanti, frange al bordo, e una lavorazione a trecce sulle maniche.

Io l’ho realizzato con una lana azzurra-lilla, nella taglia 98 (3 anni circa), nel modello trovate anche la tagllia 110. Naturalmente è un modello da lavorare in modo tradizionale, il dorso, il davanti sul quale si lavora la tasca, le maniche con le trecce – o una sola come ho fatto io – e poi cucire i vari pezzi. Alla fine si realizza il cappuccio che viene in seguito cucitu anche lui allo scollo del golf. E’ un lavoro un po’ laborioso, ma non impossibile, richiede solo un po’ di pazienza nel seguire le istruzioni.

Alla fine del vostro capolavoro potete, come qui, attaccare delle nappine, delle piccole frange al bordo. Io ho fatto in questo modo: ritagliano un certo numero di fili di lana della stessa misura, poniamo 6 per nappina, poi li ho piegati a metà e infilati nelle maglie del bordo con l’uncinetto, formando una sorta di cappio. Se voi avete altre idee, sarebbe carino condividerle nei commenti!

Se volete scaricare il modello, cliccate qui: Golf-nappine

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Maglia che passione!

Da qualche settimana sono impegnata a tenere un corso di maglia a bambini delle elementari. Mi ha coinvolto una mamma del comitato genitori di quella scuola, chiedendomi la disponibilità per un’ora alla settimana per cinque lezioni. Ho accettato con entusiasmo, mi piace stare a contatto con bambini, e insegnare loro questa arte era un’idea che mi ha subito coinvolto.

Inizialmente avevo messo un tetto di 10 alunni, ma quando abbiamo iniziato erano già diventate 15; alla terza lezione se ne sono aggiunte altre e siamo arrivate a 20. Per fortuna la mamma che mi ha coinvolto mi dà una mano nel seguirle, perché sono tutte alle prime armi. Nel gruppetto si era annunciato anche un maschietto, con mia grande gioia, ma è venuto solo una volta e non so se tornerà, staremo a vedere.

Le bambine invece sono tutte entusiaste, anche se terribilmente incapaci! Solo due o tre di loro hanno recepito subito il meccanismo e stanno andando avanti quasi senza problemi. Per ora insegno loro solo la maglia diritto, con il risultato di ottenere il legaccio; quando e se saranno più disinvolte, passeremo alla maglia rovescio.

C’è una bambina però fra loro, che a quanto mi è stato detto nelle attività scolastiche ha bisogno di sostegno, che ha capito subito e con grande manualità sta andando avanti tranquilla e serena, e mentre le altre hanno a malapena una decina di righe a legaccio, lei ha quasi realizzato una mezza sciarpa! E’ bellissimo vederla lavorare, si siede lì tranquilla, sembra che il mondo intorno a lei non esista più, esiste solo il filo colorato e i ferri che tiene fra le mani, e infila un punto dopo l’altro senza distrarsi e quasi senza fare errori.

Le altre bambine invece è tutto un cicaleccio, interrotto ogni tanto da un “maestra mi aiuti?” con tono più o meno lamentoso. Qualcuna pur essendo partita come le altre con 20 maglie sul ferro, si ritrova all’improvviso ad averne il doppio…e non sa spiegarsi perché. Quasi non glielo so spiegare nemmeno io! Certi errori riesco con pazienza a recuperarli, altri non li tocco nemmeno e lascio che il risultato dimostri tutto, il sapere e gli errori. E’ bello anche così, è fantasioso, creativo, è il frutto della loro energia e creatività.

Peccato che fra poco il corso giunga già al termine, anche per loro, chi è in quinta mi chiede già “ma l’anno prossimo che sarò alle medie, come farò?” e io non so dare loro una risposta… Peccato. Spero che, visto il successo di questo piccolo corso, qualcuno decida di riproporlo sia il prossimo autunno sia in qualche altra scuola di ordine e grado.

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Primavera in rosa

 

Delizioso questo giacchinodi Drops Design, con lo scollo a V e il brodo traforato. Le maniche terminano con un giro di traforato e poi a grana di riso, lo stesso che si ritrova sul girocollo e abbotonatura. E’ realizzato in cotone Drop Muskat di Garnstudio, e dato per le taglie 1/3  – 6/9 – 12/18 – 24 mesi. Si lavora con ferri circolari e diritti no. 4 (o misura adatta al vostro filato)

Si lavora in un pezzo solo partendo dal basso, all’altezza degli scalfi si separano le parti lavorando il dietro e i due davanti in modo separato. Le più brave però potrebbero tentare di lavorarlo a topdown…

Ad ogni modo QUI trovate il modello in italiano da scaricare.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Una piccola delizia bon-bon rosa

39659_0007_fppd1

Non è forse un’amore questa deliziosa vestina rosa? E questa bambina con i suoi occhioni sgranati e l’espressione seria? Mi metterei subito ai ferri, se ne avessi una così da vestire….
Ad ogni modo, il modello è di Phildar, qui in taglia 3 mesi ma potete scegliere la taglia che vi serve. Le istruzioni si trovano nel catalogo autunno/inverno 2016/17 che potete acquistare sul sito, eventualmente insieme alla lana.

Si lavora a maglia rasa, grana di riso e quello che qui chiamano “punto grano” (point de blé) e che si lavora in questo modo:

1° f.  = un diritto e un rovescio
2° f. = si lavorano le maglie come si presentano
3° f. = si lavorano le maglia al contrario, quindi un diritto diventa un rovescio e viceversa (come la grana di riso)
4° f. = si lavorano le maglie come si presentano

E’ un modello piuttosto semplice, dato per capacità medie, e che potete realizzare in poco tempo. Se poi lo fate in rosso… è perfetto per il prossimo Natale!

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Per l’autunno un solare abitino per bébé

abitino

Con questo bel giallo luminoso saranno allegre anche le giornate più grigie e autunnali, e non ci faranno rimpiangere l’estate appena passata. E’ un modello di Katia, la casa di filati molto conosciuta, e cliccando sul nome verrete dirottati nella pagina del modello, acquistabile per € 1,95.

Il modello è dato per le taglie da 3, 6 e 12 mesi, con ferri no. 3,5 e lavorato a maglia rasata e legaccio. Quindi moldo semplice anche per chi è alle prime armi. Occorrente 2 gomitoli di filato Merino fine, che potete acquistare insieme al modello direttamente.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Ritorno a scuola

L’estate volge al termine e la riapertura delle scuole si avvicina a grandi passi. Pensiamo ai nostri bambini allora, e prepariamo per loro un golfino nuovo da sfoggiare il primo giorno di scuola, per affrontare al meglio l’inizio di una nuova avventura.

Questi due modelli sono per principianti, facili facili quindi, e si realizzano facilmente. Sono di Phildar, dove trovate anche altri modelli gratuiti di varie difficoltà.

Questo per la bimba è un poncho, dato per le taglie dai 2 ai 14 anni, lavorato a grana di riso e a righe alternate. Nel pdf allegato trovate anche lo schema delle misure:

poncho

 

Quello per il maschetto invece è un pull a righe, anche questo nelle taglie dai 2 ai 14 anni, lavorato a coste 2/2 per i bordi e maglia rasata per il resto. Anche se non comprendete bene il francese, con lo schema disegnato e i centimetri dovreste riuscire a realizzarlo facilmente. Qui trovate il pdf con le istruzioni.

Noe

 

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Berretto estivo

E’ di Debbie Bliss questo delizioso cappellino per l’estate.

Leggero perché traforato, da lavorare con cotone sottile e ferri no. 3,5.

Le misure date sono per 1 / 2 anni, ma basterà aumentare la misure dei ferri per avere una taglia un po’ più grande.

Montare 94 m. e lavorare a diritto per 9 cm., diminuendo 3 m. ripartite sull’ultimo = 91 m.
Diminuzioni:

f1: “8 dir, 2m. ass.” ripetere per tutto il ferro
f2 e tutti i ferri pari: rovesciof3: “7 dir., 2 ass.” ripetere per tutto il ferro
Continuare questi due ferri fino a che rimarranno 19 m., terminare con 1f. rovescio.
In seguito: “2m. ass.” ripetere per tutto il f. e terminare con 1 dir.
Tagliare il filo e fermare le maglie.

Tesa:

Sul diritto del lavoro riprendere 92m.
lavorare un primo ferro a rovescio
1f: 1 dir. “1 aum. intercalare, 6 dir., 1 aum. 7 dir.” ripetere da ” a ” per 7 volte
2f: rovescio
3f: diritto
4f: sul rovescio “8 rov., 1 aum., 8 dir., 1 aum. 9 dir.” per 7 volte 5f: diritto
6f: rovescio
7f: sul diritto: 1 dir., “1 aum., 8 dir., 1 aum. 9dir.” per 7 volte
8f: rovescio
9f: diritto
10f: sul rovescio: “10 rov., 1 aum, 9 rov., 1 aum.” per 7 volte, finire con 1 rov. = 148 m.
11f: diritto
chiudere tutte le maglie.

Bordo traforato:
montare 4 m.
f1: (rovescio del lavoro) 2 dir., 1 gett., 2 dir
f2-4-6: tutto diritto
f3: 3 dir. 1 gett. 2 dir.
f5: 2 dir. 1 gett. 2 ass.dir, 1 gett. 2 dir.
f7: 3 dir. 1 gett. 2 ass. dir., 1 gett. 2 dir.
f8: chiudere 4 m., diritto fino alla fine
Questi 8 ferri formano un modello e vanno ripetuti fino a raggiungere la lunghezza necessaria a bordare tutto il berretto.
Attaccarlo al berretto con punti invisibili.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Cappellini per il sole

L’estate sembra finalmente essere arrivata, perlomeno qui nella mia zona dove fino all’altro ieri faceva fresco e pioveva frequentemente. Ora invece è tornato a splendere il sole e fa caldo. Il tempo giusto per recarsi al lido o in piscina, e allora cosa c’è di meglio che un bel cappellino in cotone per proteggere la testa dei nostri bimbi?

Come questo modellino, scaricabile gratuitamente su Raverly: P1130574_medium2

E’ dato per taglie da 1 a 4 anni, con circonferenza di cm. 51 ca. lavorato con ferri no. 4. Si lavora in tondo, iniziando al berretto, il bordo viene eseguito in seguito riprendendo le maglie.

Lavorazione circolare:

montare 144 m. e fare un giro completo a rov.
1 f. – 1 dir. “2m. ins., 1 dir” ripetere da ” a ” fino a completare il giro2 f. – tutto diritto, inserire 2 diminuzioni lungo il giro = 94 m.
3 f. – continuare a dir. fino a 10 cm. di altezza totale
in seguito diminuire ancora 4m. suddivise nel giro = 90 m.
A questo punto inserire un segnapunti per indicare l’inizio del giro.

1 giro: “8 dir., 2 m. ins.” ripetere da ” a ” fino alla fine
2 giro e tutti i giri pari: sempre diritto3 giro: “7 dir., 2 ins.” ripetere fino alla fine
Continuare ripetendo come come il 2 e il 3 giro fino ad arrivare al
g 15: 1 dir., 2 ass.
g 17: 2 ins. a dir., ripetere
g 18: lavorare tutto dir., tagliare il filo e passarlo nelle maglie rimaste per chiudere.

Bordo traforato:
sul diritto del lavoro riprendere le maglie (144 m.) e mettere un segnapunti all’inizio
g 1: [(2 dir. ins.) x 2 v., 1 gett., (1 dir., 1 gett.) x 3 v., (1 acc.) x 2 v. 1 dir.] (2 m. insieme per due volte, 1 gett. 1 dir. + 1 gett. x 3 volte, 1 acc. per 2 volte, 1 dir.)

g. 2: tutto a diritto

ripetere questi due giri per altre 3 volte, infine chiudere tutte le maglie in modo morbido.

bianco-giallo

 

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Un giacchino vezzoso

E’ questo di Katherine Foster (tradotto in italiano da Barbara Ajroldi)

faye_s_choice_medium2

E’ lavorato in un pezzo solo, da basso fino agli scalfi, e le maniche sono aggiunte mantenendo le raglan e lo sprone. Sembra complicato, ma è spiegato molto bene nelle istruzioni, che dovete seguire passo passo.

Il tutto è decorato da questo bordo a volants che lo rende vezzoso, adatto ad una bambina. Se lo volete fare per un maschietto, evitate i volants e invertire l’abbotonatura.

faye_s_choie_alt_medium2

SPIEGAZIONI (di Barbara Ajroldi – tricotting.com)

Taglie:1-2–3 anni
Circ busto :59 – 64 – 69 cm
Ferri: 4 mm, diritti e anche a doppia punto (per le maniche in tondo)
Filato*: circa 400m (600m, 800m) di filato di tipo DK
Campione:22me 41fx10x10cm alegaccio
4 bottoni di diametro 2 cm
Volant: per i volant prevedere circa 150 – (160- 175) m di filato sottile tipo quello per le calze, (campione circa 28 m in 10 cm) e ferri 3,25 mm sia dritti che a doppia punta (per le maniche in tondo)
* Tipo di filato: le quantità di filato sono approssimate per lunghezza (metri) piuttosto che per numero di gomitoli da 50g perché la lunghezza di filato DK varia notevolmente a seconda del contenuto di fibre.

Corpo:
Avviare 134 (146, 156) m, 22 (20, 20) ferri a dir.
Prossimo ferro (asola) = 2 dir, 2ins, gett, gett, 2 ins, dir fino alla fine del ferro (nel ferro di ritorno lavorare il primo gettato prendendo il filo dal davanti, il secondo gettato prendendo il filo da dietro)
Continuare a legaccio per 19 (23, 27) ferri.
Ripetere gli ultimi 20 (24 – 28) ferri ancora una volta
Ripetere ancora una volta il ferro dell’asola, quindi continuare a legaccio per 15 (17 – 17) ferri, terminando con un ferro sul rov del lavoro.

Maniche:
Avviare 37 (39, 41) m, unire in tondo il lavoro inserendo un marcatore per segnare l’inizio del giro.
Lavorare a legaccio, aumentando 1 m all’inizio e alla fine del giro 5, di seguito continuare con questi aumenti ogni 8 (10 – 10) giri, fino ad avere 53 (57 – 61) m.

Continuare a legaccio fino a 16 (20, 24) cm dall’inizio della manica.
Ora passare su un filo o una spilla le prime ed ultime 4 maglie.
Mettere le restanti maglie della manica in attesa su un secondo filo o una spilla attesa maglie.
Lavorare la seconda manica nello stesso modo.

Unione del lavoro:
31 (24 – 36) dir, passare le prossime 8 maglie su un filo o una spilla, riprendere e lavorare le maglie della prima manica, 56 (62 – 68) dir per il dietro, passare le prossime 8 maglie su un filo o una spilla, riprendere e lavorare le maglie della seconda manica, 31 (34 – 36) dir. 208 (228 – 246) maglie sul ferro
Prossimo ferro a dir, inserendo i marcatori in modo da segnare ogni sezione: davanti – manica – dietro – manica – davanti
Prossimo ferro sul dir del lavoro , si inizieranno le diminuzioni per le raglan, le quali si eseguiranno su ogni ferro sul dir del lavoro, seguendo le seguenti istruzioni:
(lavorare fino a 3 maglie dal M, 2 ins, 1 dir, pass M, 1 dir, 2 ins) ripetere quanto tra parentesi per ogni marcatore, quindi terminare il ferro lavorando le maglie del dav sinistro (8 maglie diminuite)
Lavorare 2 (4 – 8 ) ferri , diminuendo , sempre sul dir del lavoro, come sopra indicato
Prossimo ferro : 2 dir, 2 ins, gett, gett, (per l’ultima asola) , quindi continuare il ferro lavorando le diminuzioni delle raglan come indicato.
Proseguire a legaccio per 4 ferri, terminando con un ferro sul rov del lavoro.
Prossimo ferro sul dir del lavoro : intrecciare7 (9, 9) maglie all’inizio dei prossimi 2 ferri , per la scollatura 154 (162, 164) m.
Lavorare 1 ferro a dir
Prossimo ferro sul dir del lav :
Diminuire 1 maglia, alla fine e all’inizio di questo ferro e di ogni prossimo ferro sul dir del lavoro, ( sempre continuando a lavorare le diminuzioni previste per le raglan, queste diminuzioni sono in aggiunta alle diminuzioni previste per le raglan ) fino ad avere 5 maglie per il davanti e terminando con un ferro sul rov del lavoro. (10 maglie diminuite , per le diminuzioni all’inizio del ferro : 1 dir, 2 ins, alla fine del ferro 2 ins, 1 dir)
Prossimo ferro sul dir del lavoro : 1 dir, 3 ins, 1 dir, pass M, continuare a dir passando i M fino alle ultime 5 m, 1 dir, 3 ins, 1 dir
Un ferro a dir
Prossimo ferro sul dir del lavoro: 1 dir, 2 ins, pass M, continuare a dir passando i M fino alle ultime 3 m, 2 ins, 1 dir.
Prossimo ferro: a dir togliendo il primo e l’ultimo M (lasciare i M tra le maniche e il dietro)
Prossimo ferro: (1 dir, 2 ins, dir fino a 3 m dal M, 2 ins, 1 dir), ripetere quanto tra parentesi ancora 2 volte (6 maglie diminuite).
Prossimo ferro : dir
Ripetere queste ultimi due ferri fino ad avere 42 (44-46) m, 11 maglie per ogni manica, e 20 (22-24) maglie per il dietro
Prossimo ferro : 1 dir, (2ins) x 5 volte, togliere M, lavorare il dietro, togliere M, (2 ins) x 5 volte, 1 dir. Tagliare il filo , 32 (34, 36) maglie sul ferro.
Lasciare queste maglie in attesa.

Volant per il collo: con la lana di contrasto e i ferri più piccoli, riprendere dall’intero collo 88 (98 -100) m, incluse le maglie intrecciate per la scollatura e lavorare come spiegato nel Volant superiore

Volant per le maniche * : con la lana di contrasto e i ferri a doppia punta , riprendere e lavorare a dir 1 m per ogni maglia avviata e lavorare come spiegato nel Volant per la manica

Volant per l’orlo = con la lana di contrasto e i ferri più piccoli, riprendere 1 maglia per ogni maglia avviata e lavorare come spiegato nel Volant inferiore, terminato il quale lavorare e procedere come spiegato per Volant superiore

Cucire i sottomanica a punto maglia, cucire i bottoni in corrispondenza delle asole.

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Cappellini per l’estate

full_2213_97485_SunBrimHat_1Arriva la bella stagione e i bambini adorano restare fuori a giocare, in giardino, al parco giochi, sui prati. Pensiamo a proteggere il loro capo con dei graziosi berretti realizzati in cotone, magari giallo sole come questo ma impreziosito da un cordoncino in colore contrastante. La sua forma ricorda vagamente i cappelli degli esploratori del Sahara.

Oppure delizioso come questa coppolina azzurra, con il bordo a pizzo, in azzurro cielo e giallo paglierino.

full_3836_21598_SwirlingSunHat_3

 

Per un maschietto invece questo berretto di ispirazione marinara, magari abbinato alla tutina estiva:

full_6043_135604_Dungareespoloshirtandsunhatset_4

Ma se la nostra “lei” vuole essere davvero vezzosa, niente di meglio di questo berretto con fiocco lilla, la farete sicuramente felice.

full_3739_94365_ColorblockHatinfantadult_1

E che dire di questo grande fiocco giallo? Non è chic?

full_1813_135748_SunhatSolei_1

 

Tutti i modelli li trovate, a pagamento, sul sito Craftsy

 

Condividi se ti piace