Pubblicato il

E per finire il girocollo per tutti

Chiamato anche “snood” in inglese è quella sciarpa chiusa che si infila su collo per tenerlo al caldo e che può essere più o meno largo. Si possono realizzare in piano come una sciarpa e poi cucirli, oppure in tondo se si lavora con i ferri circolari. Questi sono realizzati nel primo modo, quindi in piano e poi cuciti.

Consigliati ferri no. 10 e le solite due lane lavorate insieme.
Taglie: A) 4/6 anni, B) 8 anni, C) 10/12 anni, D) donna, E) uomo
Misure: larghezza A) 52 cm. B) 58 cm. C) 62 cm. D) 70 cm. E) 75 cm.
altezza: A)B)C) 28 cm.  D) E) 35 cm.

Si lavorano anche questi a punto 3/2, tre diritti e due rovescio.
Realizzazione: (modello A)
montare 42 m. e lavorare a coste 3/2 iniziando e terminando il ferro con 2 m. rovescio. A 28 cm. di altezza totale chiudere tutte le maglie.
Passare la sciarpa così ottenuta al vapore per fissarla, e cucire in tondo.

Nel pdf allegato trovate le altre misure e istruzioni relative. Vi basta scegliere la misura che volete realizzare per sapere quante maglie montare e quanti cm. di altezza lavorare.

Buon lavoro!

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Berretti e sciarpe per tutta la famiglia

L’inverno è alle porte, anche se con queste ultime belle giornate non sembra, ma presto o tardi arriverà anche il freddo. Allora iniziamo a pensare a berretti, sciarpe e guanti per tutta la famiglia, alternando magari i colori ma con li stessi schemi.

Qui riporto solo gli schemi per i berretti,nei prossimi giorni vi darò quelli per i guanti e per il girocollo.

Sono lavorati con ferri no. 8 e  due filati lavorati insieme per creare l’effetto screziato.

Le taglie per bambino sono: A) 4/6 anni, B) 8 anni, C) 10/12 anni, D)  donna, E) uomo. La conferenza della testa suggerita è A) 50 cm. B) 51,5 cm. C) 53 cm. D) 56 cm. E) 58 cm.

Si lavorano a coste 3/2, cioè 3 m. diritto, 2 m. rovescio.
Campione: 10 cm. di coste 3/2 con f. 8 = 7 m. x 13 righe

Realizzazione: (dò le istruzioni per il modello più piccolo A – il resto lo trovate sul file allegato)

Montare 32 m. e lavorare i due filati insieme a coste 3/2, iniziando il 1° ferro e tutti  i ferri sul diritto con 2 m. rovescio.
A 17 cm. di altezza totale inziare le diminuzioni: lavorare 2m. insieme a rovescio, 3m. diritto, ripetere per 6 volte in totale e finire con 2m. insieme a rovescio. Restano 25 m.
Due ferri dopo lavorare 1 m. rovescio, 2 m. ins. a diritto, 1 m. dir. – ripetere per 6 volte e finire con 1 m. rovescio. Restano 19 m.
Due ferri dopo lavorare: 1 m. rov. 2 m. ins. a dir., ripetere x 6 volte e finire con 1 m. rov. Restano 13 m.
Due ferri dopo lavorare: 1 m. dir. e 2 m. ins. dir. per tutto il ferro. Passare un filo in tutte le 7 m. rimanenti e chiudere.

Le diminuzioni cambiano a seconda delle taglie, le trovate specificate sul pdf allegato.

Finitura: cucire il berretto in modo invisibile

 

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Girocollo multicolor

Con questa bella lana multicolor ho realizzato per me un girocollo come piacciono a me, corti ma belli aderenti. Giro per la città con la bicicletta, e in inverno ho bisogno di essere bella calda per riuscirci. In particolare piedi, mani e testa in generale hanno bisogno di essere ben protetti. Un girocollo aderente mi protegge la gola evitando infreddature e mal di gola sempre in agguato.

scaldacollo

Ho preso il punto da un berretto che ho realizzato l’estate scorsa per i terremotati del Nepal, ma non so come si chiama. Ho trovato il modello del berretto su Raverly, e c’è anche la versione in italiano. Il punto è molto semplice, si inizia con un bordo a coste 2/2 poi si prosegue a diritto in questo modo: 2 dr., 1 gettato, 4 diritti, 2 dir. insieme. In questo modo ci crea quell’effetto di righe in diagonale, e sembra quasi che si continui con diritto e rovescio anche se in realtà a tutto a diritto. Anche la parte interna è graziosa, fa un un bell’effetto sopratutto se lavorata con un filato variegato come questo.

interno

particolare

Condividi se ti piace
Pubblicato il

Per un’amica

sciarpa-Lilli

Una cara amica aveva una sciarpa in cotone bianco, che le piaceva molto se non fosse stato che era cucita male. Nel senso che era chiusa in tondo, ma con due brutte cuciture che si vedevano e le davano molto fastidio. Abbiamo provato a scucirle, pensando di rifarle meglio, ma non siamo riuscite perché erano state cucite a macchina e il filo si rompeva ogni due per tre.

Così l’idea di rifarla da capo; comprato del cotone molto simile, mi sono messa al lavoro. Lavorata in orizzontale invece che in verticale, montate circa 200 maglie, (dipende dalla grossezza del cotone, qui ho usato ferri no. 5) ho lavorato 10 ferri a maglia rasata, poi ho proseguito a legaccio per terminare nuovamente con 10 ferri a m.rasata. Lei a questo punto l’ha voluta aperta, più comoda da portare per lei, e ora il risultato è soddisfacente!

 

Condividi se ti piace